«A LOVE SUPREME», DI JOHN COLTRANE

Quaderno 3910

pag. 391

Anno 2013

Volume II

 Oltre a presentare la figura del musicista jazz John Coltrane, commentando alcune delle sue opere principali, come quella indicata nel titolo, desideriamo riflettere a proposito di un momento particolare di tutta la musica, e della cultura in genere, dalla fine degli anni Cinquanta all’inizio degli anni Settanta del secolo scorso, che, grazie a figure di rilievo, ha goduto di un’evidente impennata innovativa e ha mostrato sensibilità verso le varie esigenze dello spirito umano. Coltrane scomparve a soli 40 anni, stroncato da un cancro al fegato. Suonò quasi sino alla fine. I suoi funerali, nella chiesa luterana di St. Peter a New York, furono un’apoteosi, ma anche una forte testimonianza di religiosità: si lesse il testo del Salmo contenuto in A Love supreme. 

Acquista il Quaderno