A 40 ANNI DALLA «PACEM IN TERRIS»

Quaderno 3671

pag. 421

Anno 2003

Volume II

7 giugno 2003

Ricordando che la Pacem in terris fu il testamento spirituale di Giovanni XXIII, l’editoriale richiama il plauso universalmente tributato a questo documento, la cui incidenza fu non solo ecclesiale, ma anche «politica». Fondata su quattro pilastri — verità, giustizia, libertà e amore — l’enciclica sottolinea la differenza tra errore ed errante; presenta, con spirito innovativo, una lettura dei segni dei tempi; e invita alla strategia del negoziato per il superamento dei conflitti. La pace auspicata da Papa Giovanni esige sempre nuovi approfondimenti teorici — l’editoriale ne accenna qualcuno — e applicazioni pratiche, così da ridisegnare orizzonti migliori, proporzionati alla complessità dei problemi odierni.

Acquista il Quaderno