A 30 ANNI DALL’ASSASSINIO DI ALDO MORO

Quaderno 3790

pag. 313

Anno 2008

Volume II

Il 16 marzo 1978 le Brigate Rosse rapirono Aldo Moro in via Fani, assassinando gli uomini della sua scorta; il sequestro durò 55 giorni e si concluse il 9 maggio con il ritrovamento del suo cadavere in una Renault rossa posteggiata in via Caetani. L’editoriale vuole mantenere vivo il ricordo di Moro, protagonista eminente della vicenda politica italiana del secondo dopoguerra, sempre attento ai cambiamenti che caratterizzavano la società al suo tempo, con la vigile mente protesa ad anticiparli per poterli poi governare: insomma un maestro di democrazia e un politico di alto profilo, oltre che un padre e un marito affettuoso, molto legato alla sua famiglia. Nel febbraio 1978 Moro era impegnato ad allargare la maggioranza parlamentare ai comunisti per poter affrontare con un Governo solido i gravi problemi che attanagliavano il Paese

Acquista il Quaderno